La Penna Inquieta sbarca sul Fatto Quotidiano

L’altroieri è iniziata la mia avventura come blogger de Il Fatto Quotidiano. Nel mio spazio racconterò le storie di persone che hanno trasformato una difficoltà in un punto di forza, parlerò di iniziative, percorsi e piccole grandi battaglie sociali e personali, con un occhio di riguardo al mondo della creatività e della cultura. Il primo articolo è dedicato alla Fraternal Compagnia, nata nel 2000 in seguito all’impegno quotidiano con i senza tetto di Bologna e diventata un punto di riferimento di teatro sociale a livello nazionale e internazionale.

Buona Lettura e seguitemi!!!

 

Teatro sociale: la “Fraternal Compagnia” dei senza tetto

 

Un’associazioneAmici di Piazza Grande, che lavora con i senza tetto di Bologna. E un’idea, più di dieci anni fa: puntare sul teatro per oltrepassare il costante disagio di una vita ai margini.Massimo Macchiavelli, all’epoca caporedattore del giornale di strada Piazza Grande, era fortemente convinto del fatto che l’analisi di se stessi e delle proprie emozioni potesse aiutare i senza tetto a reintegrarsi nella società. E così coinvolse il Comune di Bologna nel progetto di un laboratorio teatrale, che si concluse poi con un video e uno spettacolo di grande impatto sul pubblico. Con quella prima esperienza, organizzata nel 2000, non si aspettava certo di diventare, dieci anni dopo, un professionista e di girare il mondo con il proprio gruppo, portando fino in Giappone la propria esperienza di teatro sociale. La Fraternal Compagnia nasce così, un po’ per scommessa e un po’ per caso. Oltre a Massimo, ne fanno parte anche gli attori Tania Passarini, Matteo Ferrari e Olli Rasini, insieme a una decina di collaboratori esterni.

Continua a leggere su Il Fatto Quotidiano

Vanessa Cappella
info@pennainquieta.it
No Comments

Post A Comment