In questi giorni sto leggendo "La fine è il mio inizio" (Longanesi, Milano, 2006), il libro-testamento (se così possiamo definirlo) di Tiziano Terzani. Pubblicato postumo nel 2006 a cura del figlio Folco, è il racconto di tutta una vita esplorata intensamente e senza remore. Sotto forma di un dialogo sereno e a volte affaticato dalla malattia, sbocciano riflessioni che colpiscono e che non possono lasciare indifferenti. Il giornalismo, la sua missione, il confronto tra ieri e oggi tornano spesso al centro del discorso.

Domani 10 agosto, alle ore 10:15, sarò ospite della trasmissione "Altre Storie", in onda su radio Rete Uno della Radiotelevisione Svizzera, per parlare di tessuti intelligenti. Sarà possibile ascoltare l'intervista cliccando su "Ascolta la radio".

Stay tuned ;)

Ambiente, giornalismo e scienza: queste le chiavi di "Menopermenofapiù", la grande kermesse di Giornalisti Nell'Erba che il 31 maggio vedrà protagonisti centinaia di ragazzi a fianco di grandi nomi di esperti dell'ambiente, giornalisti, scienziati e docenti provenienti da tutta Italia. Tra panel, workshop e laboratori (gratuiti e aperti a tutti), saranno 42 gli appuntamenti che animeranno la tenuta di Villa Campitelli di Frascati (RM). Durante l'evento saranno anche decretati i piccoli vincitori del settimo Premio Giornalisti nell'Erba 2013.

La riforma degli ordini professionali, confermata dalla manovra “Salva Italia”, sta destando numerose preoccupazioni all’interno dell’Ordine dei Giornalisti: la distinzione tra professionisti e pubblicisti potrebbe venire meno, a discapito di questi ultimi. L’iscrizione a qualsiasi albo sarebbe vincolata necessariamente al superamento dell’esame di Stato, in linea con quanto disposto dall’articolo 33 della Costituzione.